Articoli

BancaStato e BSI: Perchè no?

Da anni la piazza finanziaria ticinese è in fase di costante mutazione. Finiti i fasti degli anni fino al 2008, pian piano ci si sta riorganizzando, e riorientando, in un contesto internazio...

Tra finanze e provocazioni

Gli spunti lanciati nel commento di Gianni Righinetti mi permettono di tornare sulle ragioni che hanno portato il gruppo PLR a lanciare un segnale chiaro, sulle questioni finanziarie, prima della v...

Troppo facile Consigliere

La scuola è uno dei perni su cui sviluppare la crescita e il progresso dal punto di vista sociale, personale, culturale ed economico. Diciamolo subito, a chiare lettere, giusto per non esser...

Due binari per un Ticino in ripresa

Il nostro Cantone vive una situazione strana: da un lato la nostra economia non va male e cresce sia come volume, che come posti di lavoro; dall’altro lato, complice soprattutto la situazione...

Pozzo Polenta: attenzione a non prevaricare la divisione dei poteri

In relazione alla recente comunicazione di un decreto di abbandono relativo all'inquinamento del pozzo Polenta una parte della politica cantonale si è mossa chiedendo dei chiarimenti. Se da ...

Discorso 1° Agosto ad Agra

Care Amiche, Cari Amici, è un grandissimo onore per me poter tenere questa sera il discorso per la nostra festa nazionale. È un'emozione particolare perché il primo agosto cos...

Il Coraggio di decidere

Far politica vuol dire assumersi la responsabilità di decidere. Giuste o sbagliate che siano i cittadini e le cittadine è questo che si aspettano da chi è alla guida del paese....

Un quadriennio, tre obiettivi

Esaurita la sbornia elettorale finalmente la politica può ritornare a lavorare. Dopo mesi in cui si è discusso di progetti, idee e intenti ora bisogna rimboccarsi le maniche. Sì...

La scuola che verrà

La scuola non è solo un edificio dove s’insegna a leggere, scrivere e far di conto. La scuola, in particolare quella dell'obbligo, è soprattutto il luogo dove crescono i cittadi...

Aperture dei negozi: esempio di immobilismo politico

In Ticino siamo sempre più schiavi della politica del non decidere, quella che non è capace di prendere una posizione chiara da una parte o dall’altra. Poco importa il tema, l&r...

I Burocrati della politica

La burocrazia, intesa come eccesso di regolamentazione, costa molto sia in termini di tempo che di denaro e, conseguentemente, l’obbiettivo deve essere quello di cercare di limitarla al minim...

Basta con il garantismo, torniamo alla giustizia

La sicurezza è un valore importante di cui ci accorgiamo solo quando viene a mancare. Essere sicuri vuol dire vivere in uno Stato dove c'è la certezza del diritto e soprattutto della ...

Benvenuti a studiolandia

Venghino signori venghino, nel paese dove la risposta ad ogni problema consiste in uno studio e in un bel gruppo di lavoro. Ci mancherebbe, direte voi, prima di decidere bisogna essere in chiaro e ...

Assistenza: curiamo le cause e non solo gli effetti

Il fenomeno dell’assistenza è passato negli ultimi anni dall’essereun provvedimento eccezionale, per pochi casi, ad un ordine di grandezza decisamente superiore. Dal 2009 le rich...

Servizio per tutti? Si, ma...

Proprio mercoledì Denis Froidevaux, presidente della Società svizzera degli ufficiali, è uscito con una provocazione: il servizio militare obbligatorio dovrebbe essere esteso a...

Contingenti: qualcosa (finalmente) si muove

Dopo tanta attesa (qualcuno magari poi ci spiegherà perché ci è voluto un anno) il Consiglio federale ha finalmente presentato la sua prima proposta in merito all'introduzione ...

Non razzismo ma buonsenso

I frontalieri creano malumore, si sa! Dal 2010 ad oggi, in poco più di quattro anni, sono passati da 40’000 a 63’000 con una crescita del 50%: un fenomeno di proporzioni importan...

Gottardo: Si al raddoppio ma con pedaggio

Da ormai diversi anni si discute dell’opportunità o meno di completare tunnel del san Gottardo costruendo la seconda canna. Tra pochi mesi, a seguito di un referendum sul risanamento d...

Ticino tra statuto speciale e realismo

L’abbandono della soglia minima del cambio euro franco, fissata negli ultimi anni a 1.20, avrà certamente un impatto sull'economia del Ticino e sul mercato del lavoro cantonale. Da un ...

Ecoincentivi: bersaglio mancato

In questi giorni in Ticino è in corso la raccolta delle firme per un referendum contro l'ennesimo aumento delle tasse di circolazione per le automobili. Claudio Zali, con questo aumento, si ...